«Back to News

I pannelli di raffreddamento radianti potrebbe lusingare i lavoratori di ufficio

Nuovi dispositivi usati, prodotti a Zeeland
By Greg Chandler
The Grand Rapids Press

ZEELAND – Immaginate di raffreddare la temperatura del vostro ufficio o della sala conferenze, senza che ciò avvenga mediante un condizionatore, e di riuscire ad abbassare allo stesso tempo i costi energetici.

Fritz Huebner crede che un prodotto che è stato realizzato presso il nuovo stabilimento di Zeeland possa fare ciò, e ci dimostrerà ciò ponendo il prodotto finito proprio un ufficio.

Plascore, che produce anime alveolari plastiche leggere che sono usate in tutto dall’industria aerospaziale a quella automobilistica, produrrà un nuovo pannello di raffreddamento radiante che può essere installato al soffitto degli uffici, delle sale conferenza o altre aree chiuse. Diversamente dalle unità di riscaldamento e raffreddamento tradizionali in cui l’aria fredda è portata attraverso una serie di tubi e condotti, l’unità di raffreddamento radiante usa acqua raffreddata che è convogliata attraverso una serie di tubi che sono nel pannello.

“Non vogliamo raffreddare la stanza, vogliamo raffreddare la persona”, sostiene Huebner, fondatore e presidente della società.

In un ufficio ai piani superiori del nuovo stabilimento di Plascore, 500 E. Roosevelt Ave., sono stati installati i pannelli, che permetteranno all’azienda di dimostrare ai clienti come funzionano e come possono far risparmiare soldi in relazione ai costi di raffreddamento.

“Ciò ci permette di essere molto più comodo quando la temperatura è alta”, sostiene Stephen Hamstra, vice presidente esecutivo di GMB Architects and Engineers, Olanda, che ha lavorato a stretto contatto con Plascore nell’ambito della ricerca e dello sviluppo per i pannelli.

Mentre i sistemi di riscaldamento radianti sono entrati in uso in anni recenti, l’uso di sistemi di raffreddamento radianti come un modo per abbassare la temperatura in ufficio è ancore un concetto relativamente nuovo negli Stati Uniti. Essi sono usati da anni in Europa.

“Poiché i nostri costi energetici continuano a salire negli Stati Uniti, sta diventando naturale per noi muoverci in questa direzione”, egli sostiene.

GMB sta conducendo simulazioni a computer sull’energia potenziale e il risparmio dei costi dei nuovi pannelli di raffreddamento radianti e le prime indicazioni mostrano grandi aspettative.

“Stiamo vedendo un certo potenziale significativo. Il risparmio energetico potrebbe essere nell’ordine del 20-30%”, sostiene Hamstra.

Plascore progetta di installare un’unità geotermica al pianterreno dello stabilimento di Roosevelt, che può essere usata per pompare l’acqua che sarà convogliata nei pannelli radianti, ha detto Huebner.

Plascore ha iniziato la produzione la scorsa settimana nel nuovo stabilimento di 50000 piedi quadrati, il cui costo di costruzione supera i 3.5 milioni di dollari. Il progetto è stato sostenuto da una sovvenzione di $404,128 del Michigan Economic Development, che ha permesso alla città di estendere la rete idrica e fognaria allo stabilimento, così come ha permesso la costruzione di un tratto ferroviario di collegamento alla vicina linea ferroviaria.

L’azienda ha già aggiunto 70 nuovi lavori quest’anno, tutti nel nuovo stabilimento, 615 N. Fairview, portando la sua forza lavoro ad oltre 270 dipendenti. I comuni hanno già approvato un abbattimento annuale delle tasse del 50% sul progetto.